Image Image Image Image Image Image Image Image Image

30 May

By

Perchè il Power Balance è Famoso mentre il Rectifier No anche se il primo Non Funziona mentre il Secondo Si?

May 30, 2018 | By |

In questo articolo capirai perchè preferisci buttare spesso soldi in articoli che non funzionano, come appunto il Power Balance, seguendo la moda o la psicologia di massa piuttosto che accertarti di persona della funzionalità del prodotto. Inoltre verrai a conoscenza che c’è un reale dispositivo, di cui nessuno ti ha detto nulla, che a dispetto del Power Balance funziona realmente secondo leggi scientifiche fisiche e bio-meccaniche quali “l’effetto leva mandibolare” in grado di bilanciare realmente tutto il tuo corpo come evidenziato da immagini prima e dopo, documenti scientifici e testimonianze di persone che lo hanno provato.

Tutti conosciamo il power balance, ossia il braccialetto di gomma con un adesivo luccicante chiamato ologramma che avrebbe poteri quantistici e magnetici. E stato incredibile il successo di questo braccialetto anche se di fatto non funzioni affatto come affermano le ricerche scientifiche evidenziate in Wikipedia https://en.wikipedia.org/wiki/Power_Balance  . Tutti sotto l’effetto placebo dei loro test senza nessun fondamento scientifico. Ma allora la gente è davvero tutta cosi scema? Davvero le masse si lasciano andare cosi facilmente in balia delle mode senza verificarne prima la veridicità e la reale funzionalità o magari anche qualche semplice test “scientifico”?

Lo abbiamo visto indossato dai migliori atleti al mondo e perfino da qualche capo di stato o personaggio famoso. E ti dirò perfino io lo comprai, scettico come sono, in balia dell’enorme ondata di videotestimonianze viste su youtube proprio perchè volevo verificarne gli effetti di persona.

Fatto sta che quando lo provai subito mi resi conto dell’enorme buffonata di quell’inutile braccialetto di gomma che avrebbe dovuto darmi più equilibrio, stabilità, forza e perfino farmi volare come superman. Mi resi subito conto che non funzionava secondo il semplice principio che se qualcosa agisce sul tuo corpo nel bene o nel male LO SENTI! LO AVVERTI!

Ma le persone evidentemente non riescono a capire la differenza tra il suggestionarsi e il reale effetto di un qualsiasi prodotto o sostanza. Fatto sta che avevo buttato all’incirca 40 euro senza possibilità di rimborso per qualcosa che non manteneva le sue promesse.

Per rispondere alla domanda posta nell’articolo dobbiamo prima di tutto addentrarci in maniera breve nella psicologia delle persone e dei comportamenti di massa.

Perchè facciamo quello che fanno gli altri senza pensare?

Il comportamento di massa accade quando un numero grande di individui risponde al medesimo stimolo al medesimo tempo. Ci possono essere comportamenti collettivi di massa in diversi ambiti dal sociale al religioso al politico. Nel nostro ambito siamo in un comportamento sociale sportivo del quali sono elencati attività come il tifo di una squadra, formazioni di associazioni oppure indossare lo stesso capo di abbigliamento in questo caso un gadjet con la forma di un bracciale.

Robert Ezra Park,uno dei maggiori sociologi degli Stati Uniti intorno al 1900 affrontò il tema dello sviluppo dei media, e notò come l’opinione di un individuo del pubblico stesse diventando sempre meno distinguibile dalla mente delle masse:

“la cosiddetta opinione pubblica è generalmente niente più che un semplice impulso collettivo che può essere manipolato dagli slogan. Egli affermava che Il giornalismo moderno, che dovrebbe istruire e dirigere l’opinione pubblica riportando e discutendo gli eventi, solitamente si sta rivelando come un semplice meccanismo per controllare l’attenzione della collettività. L’opinione che si viene a formare in questa maniera, ha una forma logicamente simile al giudizio derivato da una percezione irriflessiva: l’opinione si forma direttamente e simultaneamente alla ricezione dell’informazione”

In poche Parole Quello che Robert Ezra Park intendeva dire è che le informazioni vengono date in maniera manipolativa per direzionare il credo del pubblico e quindi le masse ad agire secondo uno scopo prefissato.

Come è accaduto nel caso del Power Balance con la sua pubblicità ingannevole ma molto efficace fatta di testimonianze delle persone in cui venivano effettuati alcuni test (e non tutti) di equilibrio che provavano la sua efficienza. Naturalmente hanno veicolato le informazioni a loro favore omettendo dalla lista parecchi test ed esami scientifici incontestabili, giocando sull’effetto placebo delle persone.

Ed ecco che sono iniziati a girare in maniera virale video di gente “presa in giro” ma entusiasta della finta efficacia del braccialetto. Finta efficacia perchè poi secondo dei semplici studi scientifici sul placebo riportati in wikipedia è stato osservato in persone bendate gli stessi effetti di un finto Power Balance.

Ma nel frattempo prima ancora della smentita del reale funzionamento del braccialetto, l’entusiasmo stupido delle persone era già diventato virale.

In contrapposizione a quello che diceva Robert Ezra Park che poneva l’accento più sulla colpa di chi dava al pubblico informazioni sbagliate mi viene in mente di citare Freud ed il suo libro “Psicologia delle masse ed analisi dell’io” dove appunto analizza il comportamento delle masse ponendo di più l’accento sulla responsabilità dei singoli individui che compongono le masse piuttosto che in questo caso di chi vende il Power Balance.

Per prima cosa Freud distingue due tipo di masse, una di breve durata caratterizzata da un interesse rapido e transitorio come appunto nel nostro caso la moda del Power Balance. L’altra massa è costituita da entità durevoli e altamente organizzate come l’esercito o la chiesa. In entrambi i casi operano gli stessi fondamentali processi mentali che adesso analizzeremo brevemente.

Freud riprendendo gli scritti del sociologo e psicologo Gustave Le Bon afferma l’individuo come parte della massa acquisisce un senso di onnipotenza invincibile che gli permette di agirare istinti che egli avrebbe altrimenti frenato come individuo isolato.

La massa, infatti, essendo anonima e irresponsabile, permette all’individuo di cedere ai suoi istinti in quanto il senso di responsabilità, che raffrena gli individui, scompare del tutto. Per Freud, quindi, la massa permetterebbe all’individuo di sbarazzarsi delle rimozioni dei propri moti pulsionali inconsci.

Questi sentimenti di potere e di sicurezza consentono all’individuo non solo di agire come parte della massa, ma anche di sentirsi protetto. Tutto ciò è però accompagnato da una perdita di coscienza della personalità (“stato ipnotico”) e dalla tendenza dell’individuo ad essere “contagiato” da qualsiasi emozione circoli all’interno della massa. Altra conseguenza è l’amplificazione di una particolare emozione, tramite un processo di “induzione reciproca” (fenomeno della suggestionabilità).

Per quanto riguarda la mia personale visione credo che tutti noi dovremmo responsabilizzarci di più e verificare la reale efficacia di qualcosa prima di darne una sentenzao farci prendere in preda da un entusiasmo stupido. E facile lasciarsi andare a pregiudizi e seguire la mente collettiva. Fondamentalmente io credo che sia solo un atto di pigrizia quello di non analizzare attentamente qualsiasi cosa ci passi per la mente.

Diventa facile lasciarsi andare perchè quando nasce una tendenza è come se si venisse trascinati da un fiume in piena di entusiasmo condiviso da tutti. In questo caso un entusiasmo stupido.

C’è da dire anche però che le masse non sono cosi stupide come si vuol far credere e questo lo dimostra il fatto che alla fine il power balance è diventata solo una moda passeggera e non una reale rivoluzione del potenziamento umano, che ha fatto la fortuna solo di due ragazzi australiani riempendo parecchio le loro tasche. Infatti adesso a distanza di qualche anno già non se ne parla più se non come una bufala. E i poveri fessi a cui è stata venduta questa balla? beh che dire naturalmente nessun effetto benefico e via tutto nel dimenticatoio.

A questo punto dell’articolo dopo aver sviscerato come ragionano le masse ti svelo del perchè anche se al mondo esistono tantissimi dispositivi che funzionano essi non vengono svelati o semplicemente non vengono presi in considerazione.

E’ il caso del Rectifier che ha creato una piccola rivoluzione all’interno della sua cerchia ma che ancora non è conosciuto da un numero molto grande di persone.

Paradossalmente ti dirò che il Rectifier ancora non è diventato famoso quanto merita proprio perchè funziona per davvero. La storia ci insegna che quando le cose funzionano per davvero spesso se ne ha paura e vengono addirittura combattute. Basti pensare a quando hanno zittito Galileo Galilei perchè diceva che la terra era rotonda e quando prendevano per folle Cristoforo Colombo che voleva circumnavigare il globo, o ancora Quando hanno dato dello stupido a Guglielmo Marconi.

Quando qualcosa funziona per davvero induce enormi cambiamenti proprio come è acaduto alle persone che lo hanno indossato, basti osservare solo alcune strabilianti foto come è accaduto alla mia schiena.

Ma il cambiamento fa paura perchè si va di fronte all’ignoto, anche se sicuramente in base ad una previsione porta dei benefici, comunque fa paura perchè si va li dove non è andato nessuno prima. Per avventurarsi nel cambiamento e nell’ignoto occorre avere coraggio, fiducia in se stessi, occorre essere intelligenti. Qualità che spesso sfuggono a molti individui che compongono la massa. I primi sono i visionari che faranno strada a tutti gli altri.

Paradossalmente il Rectifier ancora non è famoso, anche se mostra risultati incredibili, proprio perchè non ha raggiunto ancora quella massa critica di persone da dare il via a tutti gli altri.

Ma il Rectifier a dispetto del Power Balance, quando romperà la massa critica, non svanirà come la moda del momento, ma sarà una vera e propria rivoluzione del potenziamento e del bilanciamento umano.

Entra a far parte della community più all’avanguardia che ci sia che tratta di bilanciamento, e postura del corpo. Potrai inoltre scaricare il libro gratuitamente how to finally….

Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie. Più Informazioni

Questo Sito Utilizza i Cookie. Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l’utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l’utilizzo del Web sarebbe un’esperienza molto più frustrante. I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze, per rendere più pertinenti le informazioni che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Close