Image Image Image Image Image Image Image Image Image

03 Oct

By

Soluzione alla cervicale

October 3, 2019 | By |

dolore cervicale

Questo articolo è rivolto a tutti coloro che hanno dolore alla parte alta dietro la schiena e non sanno più che soluzione adottare. Inoltre capirai perché tutte le soluzioni da te adottate fino adesso sono state inutili.

I dolori alla schiena, oltre alla classica lombalgia che interessa la parte bassa della schiena, possono essere localizzati anche nella parte superiore della schiena, in corrispondenza della gabbia toracica e delle scapole.

La parte alta della schiena risulta essere composta dalla gabbia toracica (coste) che si interfaccia con le vertebre dorsali. Tali vertebre hanno una particolare anatomia, con la presenza sul corpo vertebrale di un “Supporto” per l’articolazione costo-vertebrale. Tale impalcatura rappresenta il tronco, a cui viene poggiata la Scapola.

Dal punto di vista osteo articolare troviamo molte strutture, che potenzialmente possono creare un dolore dietro le scapole oppure dietro le spalle.

Spesso chi soffre di questo ha problemi di:

  • scoliosi
  • cifosi dorsale accentuata
  • dolore al collo (cervicalgia)
  • asimmetria dell’altezza delle spalle
  • lordosi cervicale accentuata
  • problemi di respirazione

Dolore alla cervicale: gli esami medici da eseguire?

Certamente, come sempre, consigliamo in prima battuta di rivolgersi al proprio medico di base, per una prima visita, e l’esclusione di patologie gravi, che necessitano di uno specialista specifico.

Escluse quindi le cause “Gravi”, si procede con l’esame più semplice, ed economico: La Radiografia RX.

Questo esame, veloce , e sopratutto poco costoso eseguito in proiezione frontale e sagittale (paziente posizionato frontalmente e di lato), fornisce molti spunti di riflessione. In primis, esclude cause traumatiche come fratture vertebrali. Ci fornisce un reale quadro clinico circa la postura, e l’allineamento vertebrale, mostrandoci la presenza di patologie come la scoliosi che talvolta è causa di questi dolori tra le scapole o dietro le spalle.

Risonanza magnetica dorsale: Solo se persiste qualche dubbio, e quindi si richiede un approfondimento, sarà possibile un esame maggiormente specifico come la risonanza magnetica, o la tac.

Nel caso di un traumatismo muscolare, spesso è possibile che venga richiesta una ecografia, per meglio studiare l’apparato muscolare della zona tra le scapole o dietro le spalle. Tale esame è davvero raro, e si effettua solo in presenza di dubbi non fugati con la normale visita clinica col medico, oppure per confermare una ipotesi.

In ogni caso la valutazione è fondamentale, sempre se è accompagnata da una visita specialistica che faccia delle ipotesi sulle cause del dolore nella zona alta della schiena.

I rimedi del mainstream per il dolore alla cervicale.

Quando, nonostante tutto, il dolore persiste, si può ricorrere a numerosi rimedi che possono essere d’aiuto:

  • I più comuni sono i farmaci antidolorofici e antinfiammatori, che sono di norma efficaci quando il dolore è sporadico e non troppo intenso. Sono disponibili in forma orale oppure, se si vogliono evitare possibili complicazioni a livello gastrico, sotto forma di cerotti, pomate e gel a uso locale, da applicare direttamente sulla pelle nel punto in cui è localizzato il dolore. In questo caso il rilascio del principio attivo è più lento, ma comunque efficace. Gli antidolorifici non rimuovono la causa del dolore ma danno sollievo momentaneo
  • Sono inoltre utili, soprattutto per traumi e lesioni recenti oppure per dolori dovuti all’artrite, impacchi freddi o il ghiaccio, per ridurre l’infiammazione. Viceversa, per rilassare i muscoli tesi e contratti, possono dare sollievo anche impacchi caldi. Anche questo rimedio serve per dare sollievo e non per risolvere il problema alla causa.
  • Quando i dolori sono ricorrenti, troppo intensi o si prolungano nel tempo, solitamente non rispondono a questo tipo di rimedi e si rende necessario rivolgersi a un medico, che saprà identificare correttamente le cause del dolore e impostare una terapia adeguata: persino un infortunio precedente, se non trattato correttamente, può causare dolori ricorrenti, anche a distanza di tempo.
  • Molto in voga sono i trattamenti osteopatici, agopuntura e massoterapia che danno sollievo senza però risolvere il problema del dolore alla radice.

La soluzione di Starecta per il dolore alla cervicale.

Accantonate le varie idee del mainstream elencate in precedenza, quali altre soluzioni ci sono?

Starecta ha inventato un dispositivo posturale Plug and play capace di agire nella sede del nostro bio-meccanismo posturale.

Questo bite dentale chiamato Rectifier fa funzionare la nostra mandibola come una leva in grado di sorreggere il cranio e di riposizionarlo nella sua postura corretta in modo da stendere la colonna vertebrale e bilanciare la muscolatura di tutto il corpo.

Quando il cranio viene sorretto dal Plug and play Rectifier si stende tutta la colonna vertebrale, si stende la lordosi cervicale, la cifosi dorsale, la lordosi lombare. Di conseguenza le scapole rientrano e la gabbia toracica si espande meglio. Tutto questo processo accade in modo naturale e ne beneficia la salute di tutto il corpo.

Inoltre il bilanciamento corporeo oltre che sul piano saggittale avviene anche sul piano frontale e trasversale. In questo modo si riallineano le spalle, la testa e di conseguenza i carichi posturali vengono distribuiti in maniera corretta.

La ridistribuzione dei carichi nella postura corretta riduce il dolore e fa acquisire mobilità al corpo senza l’ausilio di antidolorifici o altri inutili rimedi.

Per chi soffre di cifosi, scoliosi, lordosi, e varie tipologie di asimmetrie corporee non c’è nulla di più sbagliato dello stare a sentire qualche trainer strampalato o esperti del settore che ti dicono che devi potenziare certe catene muscolari e allungarne delle altre.

Queste persone non hanno problemi gravi e non comprendono cosa significa soffrire realmente di tali patologie.

L’unico reale modo per riuscire a risolvere queste problematiche è quello di indossare uno strumento che agisca nella sede del nostro bio-meccanismo posturale.

Come agisce il Rectifier sulla postura del corpo?

Il Rectifier agisce tramite l’attivazione dell’effetto leva mandibolare.

In pratica il bite Rectifier agisce come fulcro trasformando la mandibola da un leva di terzo genere neutra o svantaggiosa con fulcro in zona TMJ, in un leva di primo genere vantaggiosa con fulcro in zona molare.

Nel momento in cui la leva mandibolare viene attivata come leva di primo genere, il Rectifier è in grado di spingere il cranio indietro e in altro stirando la colonna vertebrale e facendo sì che si possa correggere l’abituale postura.

In poche parole sentirai un’azione costante di stretching e di bilanciamento in tutto il corpo e sarai dritto con la testa, con le spalle e con la schiena.

In questo modo il dolore alla parte alta della schiena scompare.

Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie. Più Informazioni

Questo Sito Utilizza i Cookie. Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l’utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l’utilizzo del Web sarebbe un’esperienza molto più frustrante. I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze, per rendere più pertinenti le informazioni che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Close